Bambini, Pelle protetta, Amico sole: guida ai benefici dei raggi solari

  • Stampa
  • Lettera

Amico sole: guida ai benefici dei raggi solari

Se preso con le dovute precauzioni, il sole fa bene, anche ai più piccoli: irrobustisce le ossa, rafforza il sistema immunitario e ha effetti benefici sull’umore

L’esposizione alla luce solare è in grado di apportare numerosi benefici all’organismo umano, incluso quello dei bambini. L’unica avvertenza riguarda i bambini minori di 3 anni, che in nessun caso andrebbero esposti al sole, perché l’epidermide a quest’età non ha ancora sviluppato adeguatamente i propri meccanismi di difesa, inclusa la produzione di melanina, che determina l’abbronzatura. Ma quali sono questi benefici?

 

  • Sistema immunitario più forte: i raggi solari, soprattutto quelli UVA, aumentano la quantità di anticorpi presenti nel sangue, rafforzando così la capacità dell’organismo di combattere le malattie infettive e virali (rosolia, varicella, influenza, ecc.)
  • Ossa più robuste: l’esposizione della pelle al sole aiuta l’organismo a sintetizzare la vitamina D, migliorando così l’assorbimento del calcio e del fosforo contenuto negli alimenti. Si tratta di un’azione molto importante per garantire una crescita scheletrica corretta ai più piccoli, e per contrastare l’insorgenza di alcune malattie, come rachitismo e osteoporosi. In ogni caso, questo beneficio non deve diventare un alibi per un’esposizione sconsiderata: bastano infatti 15 minuti al giorno di sole per favorire la produzione di vitamina D necessaria all’organismo!
  • Pelle più sana: i raggi solari – ovviamente presi con la dovuta moderazione! - favoriscono il ricambio cellulare e la circolazione, a tutto vantaggio di un aspetto più sano della carnagione e di tessuti più vitali. Tra l’altro, regolano anche la secrezione sebacea, migliorando così la pelle affetta da acne – a meno che questa non sia in fase infiammatoria. Ai genitori di figli adolescenti, però, ricordiamo che un’esposizione eccessiva ai raggi solari può seccare troppo la pelle e stimolare le ghiandole sebacee a produrre più sebo, peggiorando così l’acne. Non dimenticate di chiedere consiglio al dermatologo in caso di qualsiasi patologia della pelle, prima dell’esposizione al sole
  • Abbasso la depressione! E’ scientificamente provato che la luce solare induca effetti benefici sull’umore: agendo sull’ipotalamo, infatti, aumenta la produzione di alcuni ormoni che giocano un ruolo importante nel favorire il buonumore, come la melatonina e la serotonina. Stesso effetto, secondo numerosi studi, anche sui soggetti affetti da anemia, su cui la luce solare agisce come una sorta di cura supplementare: i raggi solari contrastano infatti alcuni sintomi tipici della malattia, come svogliatezza, mancanza di concentrazione, stanchezza cronica
  • Segnala questa pagina su Facebook
  • Twitter

Tag: bambini  sole  uva  uvb