Bambini, Idee viaggio, Schede viaggio: una casa galleggiante tra i tulipani

  • Stampa
  • Lettera

Schede viaggio: una casa galleggiante tra i tulipani

Le house boat sono confortevoli barche a motore particolarmente adatte alla navigazione in acque interne, facili da manovrare ed equipaggiate di tutto punto per una comoda vita a bordo. Una vacanza in house-boat è un’esperienza rilassante, ideale per le famiglie: una casa galleggiante su cui trascorrere qualche giorno di relax, in un attimo diventa per i bambini il magico nucleo di una fantastica avventura che li trasformerà in capitani di vascello, in pirati o cercatori di tesori, a seconda dell’estro del momento.

Sul web si trovano diverse agenzie di noleggio specializzate che offrono barche per i molti fiumi e canali europei adatti a questo tipo di vacanza: la Loira in Francia, lo Shannon in Irlanda o il delta del Po in Italia, ma nessun Paese rappresenta bene quanto l’Olanda la filosofia racchiusa nel turismo fluviale.

Navigare è uno stile di vita nei Paesi Bassi, perciò spostarsi su una barca è il modo migliore di scoprire questa affascinante regione. È l’occasione per effettuare percorsi estranei al turismo di massa e per ammirare da una prospettiva inconsueta lo splendido paesaggio olandese, con i suoi misteriosi mulini a vento “annegati” in una campagna di mille colori.

Il consiglio “salvapelle”
Una vacanza in barca può essere un’esperienza indimenticabile, ma se si vuole evitare che la ragione di ciò sia una brutta scottatura, meglio prendere per tempo tutte le precauzioni del caso. Otto-dieci ore al giorno sotto il sole sono davvero tante per chiunque, soprattutto per un bambino e, anche a latitudini “olandesi”, è strettamente necessario proteggere la pelle, soprattutto dei più piccoli, con una crema a fattore alto o molto alto, a seconda del fototipo.

Anche in giornate di cielo velato è necessario utilizzare un prodotto protettivo, in quanto le radiazioni ultraviolette non vengono trattenute dalle nuvole e, con l’aiuto del riflesso sull’acqua, possono ugualmente creare problemi. Nemmeno l’aria fresca deve trarre in inganno, perché la percezione di calore non ha nulla a che vedere con l’effetto dei raggi UV sulla pelle.

Un’ultima raccomandazione riguarda le zanzare: d’estate sono piuttosto numerose da queste parti, perciò non dimenticare un repellente atossico per i bambini da applicare quando cala il sole.

www.holland.com/it