Bambini, Idee viaggio, Schede viaggio: Camargue, tutti i colori del Mediterraneo

  • Stampa
  • Lettera

Schede viaggio: Camargue, tutti i colori del Mediterraneo

Il Parco naturale della Camargue, nel sud della Francia, è una zona umida di grande suggestione, incastonata tra il delta del Rodano e il Mar Mediterraneo. La sua importanza è legata soprattutto alla nidificazione di moltissimi uccelli acquatici, tra i quali immensi stormi di meravigliosi fenicotteri rosa.

Apprezzata in tutto il mondo per la varietà dei suoi paesaggi, la Camargue merita una visita non frettolosa, soprattutto quando effettuata con dei bambini. I piccoli, infatti, resteranno colpiti dalla particolarità degli ambienti e affascinati dalla facilità con cui si riesce ad avvistare la fauna selvatica.

La natura in ogni sua forma è la protagonista indiscussa di questa zona, ma non mancano splendide cittadine fortificate ricche di storia, e vivacissime feste tradizionali, in grado anch’esse di affascinare i bambini.

L’abbagliante candore delle saline in contrasto con le distese viola dei campi di lavanda, le mandrie di cavalli bianchi in libertà e i celebri allevamenti di tori, completano uno scenario tra i più incantevoli e seducenti dell’intero Mediterraneo.

Il consiglio “salvapelle”
Naturalmente Camargue significa anche lunghe spiagge deserte di sabbia fine, dove i bambini possono trascorrere intere giornate correndo e giocando in libertà.
Il vento da queste parti non manca mai e così, rendendo più sopportabile il calore del sole, aumenta il rischio di scottature. Una buona crema solare da applicare con frequenza sulle zone più esposte all’irraggiamento solare aiuta a prevenire i rischi, insieme con l’adozione delle principali norme per un’esposizione corretta. Il fattore di protezione andrà scelto in base al fototipo del bambino, ma di norma meglio non scendere sotto una protezione molto alta o alta, soprattutto nei primi giorni di vacanza.

Stesso discorso vale per le attività non strettamente balneari, come le passeggiate in bicicletta lungo i numerosi sentieri del parco. Anche in questo caso massima attenzione alle zone più delicate come il collo e il naso: per quest’ultimo può tornare utile la praticità di applicazione delle formulazioni in stick.
Infine non trascurare la protezione degli occhi: la luce qui può essere molto intensa, e per evitare danni alla vista provocati dalle radiazioni ultraviolette, far indossare sempre ai bambini occhiali da sole con filtro UV.

www.parc-camargue.fr