Bambini, Sole & sport, Infanzia a vele spiegate

  • Stampa
  • Lettera

Infanzia a vele spiegate

La vela può essere un gioco “fantastico” per i bambini, ma è allo stesso un’attività sana e formativa, svolta sempre a contatto con la natura, in un ambiente fatto di valori semplici e genuini.

Stiamo parlando di uno sport molto tecnico, perciò prima di indirizzare il bambino verso un corso specifico, è meglio organizzare qualche uscita con un familiare su imbarcazioni biposto, nelle quali ci sia tutto il tempo di apprendere i primi rudimenti senza perdere la dimensione ludica della situazione. In questo modo il bambino acquisisce sicurezza, consapevolezza dei rischi, confidenza con il mezzo e con l’acqua. Se il bambino dimostra passione e interesse a questo punto va iscritto a una delle tante scuole presenti nelle principali località marittime o lacustri, scegliendo tra quelle che impiegano le barche “Optimist” (monoposto con una sola vela), il mezzo ideale per cominciare e adatto fino ai 10 anni.

Stare molte ore in barca comporta un’esposizione “massiccia” all’azione del sole, dovuta al riflesso dei raggi ultravioletti sulla superficie dell’acqua. Il rischio di scottature è molto elevato, anche perchè, oltre al vento che impedisce una corretta percezione del calore, su imbarcazioni piccole bisogna considerare che gli spruzzi sono continui e le goccioline sulla pelle creano una sorta di “effetto lente”. Una buona crema water resistant è perciò indispensabile, e il fattore di protezione deve essere molto alto o – solo se il bambino è già abbronzato o di fototipo 4 o superiore – alto.

L’applicazione del prodotto va ripetuta frequentemente, perché i molti movimenti e gli attriti all’interno della barca ne determinano una rimozione meccanica; per il naso invece è perfetto uno stick, che consente una rapida applicazione. Non dimenticare aree “atipiche” come il dorso dei piedi o le orecchie, sulle quali una scottatura può essere molto dolorosa. Altrettanto importante e da non trascurare assolutamente, la protezione della vista per mezzo di occhiali da sole fascianti con filtro UV 100% e marcati CE.
Un buon doposole idratante applicato dopo il bagnetto o la doccia serale aiuterà infine la pelle del bambino a restare morbida ed elastica.  

Età consigliata per iniziare: 8-9 anni