INTERNE-PROGETTI-SPECIALI

SKIN PROTECT / OCEAN RESPECT

Proteggi la pelle, rispetta il mare

La fotoprotezione responsabile

Proteggere la pelle e allo stesso tempo rispettare il mare: è questo il duplice impegno che ha guidato i Laboratoires dermatologiques Avène verso un percorso eco-responsabile per la ricerca di nuove formule in grado di proteggere nel modo più efficace tutte le pelli, anche le più sensibili, e insieme minimizzare l’impatto dei propri prodotti solari sulla biodiversità marina.

SKIN PROTECT / OCEAN RESPECT incarna questo approccio di doppia responsabilità etica.
Da una parte, sviluppare, attraverso la nostra expertise dermatologica, formule ottimizzate che assicurano una protezione ottimale della pelle.
Dall’altra, istituire, in tutto il ciclo di vita del prodotto solare, un percorso per minimizzare l’impatto ambientale, in particolare verso l’ambiente marino.

“Le nostre formule, dimostrano la loro attività sulla protezione del DNA cellulare attraverso uno studio unico nel suo genere (*) e allo stesso tempo comprovano la riduzione del loro impatto sull’ecosistema marino.”
Nùria Perez-Cullell – Direttore Generale Mondo Eau thermale Avène

INTERNE-PROGETTI-SPECIALI-4

Una doppia sfida: SKIN PROTECT / OCEAN RESPECT
Come è stata vinta? Combinando lo studio di formule capaci di ottimizzare la fotoprotezione e la fotostabilità dei prodotti, riducendo al minimo il numero di filtri solari ed evitando filtri idrosolubili, più facilmente assimilabili dagli organismi marini, e siliconi, ingredienti non facilmente biodegradabili.

La pelle ha bisogno della migliore protezione dal sole …
Poiché il numero di tumori cutanei continua ad aumentare negli ultimi 20 anni, i Laboratoires dermatologiques Avène si impegnano da molti anni a fianco dell’European Skin Cancer Foundation, consapevoli che niente vale come la prevenzione e l’educazione per arginare questo fenomeno.

L’ambiente chiede un approccio eco-sostenibile a lungo termine
All’impegno di molti anni dei Laboratoires dermatologiques Avène nella riduzione della loro impronta ambientale in tutto il ciclo di produzione (consumi elettrici provenienti da energie rinnovabili, riduzione delle emissioni di CO2, valorizzazione dei rifiuti …) si aggiunge nel 2016 il sostegno all’azione di PUR PROJET, conosciuto per il suo impegno in progetti ambientali e per la sua continua ricerca di azioni che abbiano una reale dimensione sociale (**), con un programma socio-ambientale che partecipa alla rigenerazione dei coralli per preservare l’ecosistema marino. Questo progetto, realizzato in Indonesia, permette la creazione e la ricostituzione delle barriere coralline, la cui sopravvivenza è oggi minacciata. Il 27% delle barriere coralline è stato irreversibilmente distrutto negli ultimi 30 anni.
Si tratta di un progetto che utilizza tecnologie avanzate per favorire la crescita dei coralli e lo sviluppo di una corallocultura a lungo termine, in partnership con le popolazioni locali.

* Studio monocentrico realizzato con 3 biopsie da 5 a 7cm su 40 volontari appartenenti al fototipo I e II – Simulazione di esposizione alle radiazioni UV. Applicazione 15 minuti prima dell’esposizione del trattamento solare Eau thermale Avène 50+. Valutazione con misure quantitative e con immunofluorescenza
(**) www.purprojet.com

www.skinprotect-oceanrespect.eau-thermale-avene.com

INTERNE-PROGETTI-SPECIALI

SKIN PROTECT / OCEAN RESPECT

Proteggi la pelle, rispetta il mare.

La fotoprotezione responsabile

Proteggere la pelle e allo stesso tempo rispettare il mare: è questo il duplice impegno che ha guidato i Laboratoires dermatologiques Avène verso un percorso eco-responsabile per la ricerca di nuove formule in grado di proteggere nel modo più efficace tutte le pelli, anche le più sensibili, e insieme minimizzare l’impatto dei propri prodotti solari sulla biodiversità marina.

SKIN PROTECT / OCEAN RESPECT incarna questo approccio di doppia responsabilità etica. Da una parte, sviluppare, attraverso la nostra expertise dermatologica, formule ottimizzate che assicurano una protezione ottimale della pelle. Dall’altra, istituire, in tutto il ciclo di vita del prodotto solare, un percorso per minimizzare l’impatto ambientale, in particolare verso l’ambiente marino.