L’idea che il sole in città sia innocuo, perché troppo debole per causare problemi alla pelle è del tutto errata.

Quotidianamente, a partire dai mesi primaverili, esponiamo invece la nostra pelle agli effetti nocivi dei raggi UV ogni volta che usciamo di casa, anche solo quando andiamo in ufficio o portiamo a passeggio il cane.

L’American Academy of Dermatology ha inoltre evidenziato come lo smog e l’inquinamento delle città siano in grado di moltiplicare l’effetto nocivo dei raggi UV, agevolando la comparsa delle famigerate macchie scure sulla pelle.

Anche se si sta al sole per periodi brevi e in ambienti “atipici”, bisogna perciò utilizzare comunque dei solari adeguati, ovvero con un indice di protezione indicato al proprio fototipo.

 

I punti da ricordare

  • La protezione solare è necessaria anche in città, con una particolare attenzione per i bambini, per gli anziani e per chi ha la carnagione chiara
  • L’asfalto è in grado di riflettere le radiazioni solari, che raggiungono così in maggior quantità la nostra pelle
  • I raggi UVA sono in grado di attraversare le nuvole e persino i vetri (quindi ci colpiscono anche nelle giornate senza sole, quando siamo in automobile o addirittura in ufficio, se la scrivania è situata vicino a una finestra)
  • Massima attenzione nelle ore centrali della giornata, quando le radiazioni solari sono più elevate (ad esempio è necessario pensare a proteggersi anche durante la classica pausa pranzo con panino al parco). Gli spostamenti in bicicletta o scooter, a causa dell’effetto rinfrescante dell’aria che altera la percezione del calore sulla pelle, possono causare scottature sulle zone esposte (soprattutto braccia)
  • Alcune categorie di cittadini sono particolarmente a rischio, perché il loro lavoro determina un’esposizione incontrollata e continuativa (vigili urbani, portalettere, operai stradali, ecc).
  • Occhi e testa sempre protetti: cappello e occhiali da sole sono validi alleati contro l’eccessiva esposizione al sole, anche in città.
  • Vanno protette anche le zone del corpo poco “considerate” (ad esempio il dorso dei piedi se si calzano sandali o il retro del collo se si indossa una T-shirt ).
  • Le macchie scure sulla pelle causate dall’esposizione al sole possono comparire più facilmente durante l’assunzione di alcuni farmaci, per l’utilizzo di cosmetici non appropriati o anche subito dopo aver effettuato una ceretta.