Circa il 20% dei casi di melanoma hanno origine da un neo: ecco perché allora è importante controllarli e poter contare su una diagnosi precoce.

Il melanoma maligno, il tumore dei melanociti, rappresenta circa l’1% dei tumori maligni. Questo non deve però far dimenticare che l’incidenza del melanoma aumenta ogni anno del 6-10%. La degenerazione di questa forma tumorale, che spesso all’inizio si presenta sotto forma di un neo all’apparenza “innocuo”, può essere tuttavia evitata se si mette in atto una diagnosi precoce.

Ricordate, il 15-30% dei melanomi ha origine da un neo, quindi controllateli!
Più che l’esposizione continua, è l’esposizione sconsiderata ad essere un fattore predisponente la comparsa del melanoma maligno: le scottature che si verificano prima dei 15 anni di età, in particolare, sono potenzialmente molto pericolose.
La migliore prevenzione resta sempre quella di prendere il sole con moderazione fin dall’infanzia!

Il rischio di melanoma è maggiore nelle persone con la pelle chiara, con molti nevi (o nei), e con una storia di eccessiva esposizione al sole e scottature ripetute. Altro fattore predisponente è la familiarità, per cui è bene sottoporsi ad un controllo dermatologico nel caso si sia avuto in famiglia un caso di melanoma…

Seguendo la regola ABCDE della prevenzione, potrete scoprire se i vostri nei presentano caratteristiche che li rendono potenzialmente pericolosi:

  • una forma asimmetrica
  • dei bordi irregolari
  • un colore non omogeneo
  • una dimensione notevole
  • evidenzia un’evoluzione (cambia nel tempo)

Se uno o più di queste caratteristiche sono già presenti nei vostri nei, non spaventatevi ma andate dal medico!

Ecco come tenere sotto controllo i nei periodicamente:

1) Controllatevi allo specchio, a braccia alzate, di fronte, di profilo e sulla schiena
2) Davanti e dietro le braccia, gli avambracci, il palmo delle mani
3) Il retro delle gambe, lo spazio tra le dita, le piante dei piedi
4) Il retro del collo e il cuoio capelluto, tra le ciocche, con l’aiuto di un piccolo specchio
5) La parte bassa della schiena e le natiche

Guarda l’infografica!