Una serie di criteri – oggettivi e soggettivi – ci possono aiutare nella scelta del prodotto solare

Essere consapevoli dei possibili danni del sole e dell’importanza della protezione significa aver già compiuto un passo importante. Ma non basta. Occorre infatti scegliere in maniera oculata i prodotti sulla base di alcuni elementi soggettivi e oggettivi.

I criteri soggettivi
I principali criteri soggettivi di scelta di un prodotto sono i seguenti:

  • il proprio fototipo (o quello della persona che farà uso del
    prodotto)
  • l’età dell’individuo (bambini e anziani richiedono un fattore di protezione più elevato)
  • la località in cui avverrà l’esposizione (altitudine e latitudine, caratteristiche climatiche, ventilazione e così via)
  • la presenza di eventuali superfici riflettenti (la cosiddetta albedo oradiazione riflessa)
  • la durata e l’orario dell’esposizione prevista
  • lo svolgimento di attività all’aria aperta indipendentemente dall’esposizione diretta e consapevole
  • l’eventuale assunzione contemporanea di farmaci
  • la presenza di eventuali reazioni allergiche al sole o di patologie che possono peggiorare in presenza di sole

Il consulto del dermatologo o del farmacista può aiutare a identificare il fattore di protezione più adeguato.

I criteri oggettivi
Un prodotto solare è un cosmetico formulato in modo da offrire il massimo beneficio dall’esposizione all’aria aperta minimizzando al tempo stesso gli effetti negativi delle radiazioni solari. Affinché sia efficace deve essere:

  • in grado di proteggere da tutte le radiazioni ultraviolette
  • fotostabile, cioè dotato di sistema filtrante che resiste al calore
  • sicuro, cioè non tossico e non sensibilizzante
  • gradevole sotto il profilo cosmetologico
  • resistente all’acqua e al sudore
  • di facile applicabilità