Alcune sostanze contenute in diversi tipi di medicinali possono causare reazioni di fotosensibilizzazione oppure, in alcuni casi, di fototossicità: ecco una tabella riassuntiva

Alcuni farmaci, quali per esempio contraccettivi orali, antimicrobici (sulfamidici, chinolonici), antidepressivi, diuretici, antinfiammatori, antistaminici e antiaritmici, possono dar luogo a reazioni di fotosensibilizzazione, cioè a impreviste manifestazioni cutanee sotto forma di macchie o eruzioni di tipo eczematoso. A seconda della sostanza in causa è diverso il meccanismo responsabile di questo fenomeno:

  • si parla di fototossicità quando il farmaco (per esempio sulfamidici e tetracicline), per effetto dell’esposizione alla luce, viene trasformato in composti direttamente irritanti e perciò responsabili di una risposta infiammatoria nelle zone esposte. Il risultato è la comparsa di macchie arrossate o iperpigmentate (cioè di colore più scuro rispetto alla normale carnagione dell’individuo) oppure, in alcuni casi, di vescicole
  • la fotoallergia, invece, è mediata dal sistema immunitario: in questo caso il farmaco, modificato dall’energia luminosa assorbita, , in un intervallo variabile da pochi minuti a 24 ore, da luogo a una reazione simile all’orticaria che si spinge anche oltre le aree esposte.

Sono dunque più a rischio di tali reazioni gli individui che devono seguire terapie croniche. Per tale ragione è sempre valido il consiglio di un’attenta lettura del foglietto illustrativo dei farmaci che si assumono: in questo caso, infatti, la miglior soluzione sta nell’evitare l’esposizione al sole, soprattutto nella fascia oraria tra le 11 e le 16. E’ opportuno comunque precisare che le manifestazioni sopra descritte sono reversibili e scompaiono nell’arco di una settimana dopo l’attuazione di questa semplice precauzione o dopo la sospensione del farmaco.

Nella seguente tabella sono riportati i più comuni farmaci che possono causare reazioni cutanee in occasione di esposizione al sole.

 PRINCIPALI FARMACI FOTOSENSIBILIZZANTI
Farmaci sistemici fotosensibilizzanti
Classe terapeutica Esempi
Anti-infettivi
Antibiotici
Cicline
Chinoloni
Sulfamidici
Antimicotici
Doxiciclina, Minociclina,
Tetraciclina, Acido nalidissico, Flumechina, Acido
ossolinico, Acido Pipemidico, Pefloxacina, Ciprofloxacina,
Ofloxacina, Sulfametossazolo, Griseofulvina
Anti-infiammatori
    Oxicam
Arilcarbossilici
Piroxicam, Acido tiaprofenico, Naprossene,
Diclofenac, Ibuprofene, Ketoprofene
Oncologici Bleomicina, Dacarbazina, Fluorouracile, Metotrexate, Vinblastina
Psicotropi
Antidepressivi triciclici
Neurolettici
Antiepilettici
Ansiolitici
Imipramina, Amitriptilina, Desipramina,
Clomipramina, Tioridazina, Clorpromazina,
Carbamazepina, Clordiazepossido, Alprazolam
Antiacneici Isotretinoina
Psoraleni 8-MOP, 5-MOP
Farmaci cardiologici
    Antiaritmici
ACE-INIBITORI
Diuretici
Metabolitic
Amiodarone, Chinidina, Captopril, Enalapril,
Idroclorotiazide, Furosemide, Fenofibrato, Clofibrato
Diversi Prometazina, Ematoporfirina
FARMACI TOPICI FOTOSENSIBILIZZANTI
Classe terapeutica Esempi
Antiacneici Tretinoina, Isotretinoina, Benzoilperossido
Antisettici
    Coloranti
Antibatterici
Salicilanilidi  alogenate ESA
Sulfonamidi
Eosina, Fluoresceina, Esaclorofene, Triclosan
Oncologici Fluorouracile
Psoraleni 8-MOP, 5-MOP
Diversi
    Anestetici
Antistaminici
Antinfiammatori
Benzocaina, Prometazina, Benzidamina, ketoprofene

Tabella modificata da:
J.H. Saurat – E. Grosshans – P. Laugier – J.M. Lachapelle.
Dermatologia e malattie sessualmente trasmesse – Edizioni Masson

La lista di cui sopra è da considerare indicativa e non esaustiva